Mario Arena

Ho una passione smodata per il mare, i pesci, le barche, le navi e la subacquea fin da quando ero bambino (che poi non è mica tanto tempo fa). Sono subacqueo da un bel po’ ed istruttore professionista da ormai 20 anni. L’esplorazione e la scoperta sono sempre state per me un richiamo irresistibile; nei primi anni di immersioni l’esplorazione consisteva nello scendere in acqua da luoghi non conosciuti lungo la costa dell’Istria o delle isole del Quarnero, da terra o con la barca, punto dopo punto, per vedere se e cosa si poteva trovare di interessante. Poi la ricerca si è rivolta sempre di più verso le navi affondate, passione che mi ha portato negli anni a fare un sacco di cose interessanti, come imparare la lingua croata, prendere lezioni di lingua albanese, seguire corsi universitari di storia, entrare in contatto con reduci, partecipare a commemorazioni, visitare cimiteri, leggere decine di libri, ricercare negli archivi, interagire con pescatori, giornalisti, ricercatori, archeologi e autorità, organizzare progetti e spedizioni e trascorrere innumerevoli giornate in mare. Per dare una cornice a queste attività nel 1997 ho fondato insieme ad altri amici la Wreck Diving Society – WDS – associazione no profit dedicata alle attività di ricerca e documentazione dei relitti storici. Un’altra passione intensa, fin dall’inizio della mia carriera, è quella per le tecniche di immersione e per la fisiologia subacquea, interessi che ho coltivato con grande intensità, leggendo praticamente il leggibile, traducendo molti articoli ed un certo numero di libri e manuali. Insegnare è la mia principale attività professionale e, anche a distanza di anni, continua a divertirmi ed appagarmi; mi piace interagire con i subacquei e mi sforzo di trovare i modi più efficaci per trasmettere quello che secondo me è il meglio, o ciò che serve per essere “forti”, bravi, competenti e responsabili sott’acqua ed essere in grado di divertirsi e “combinare”. Sono istruttore per i programmi ricreativi e tecnici della GUE ed addestratore e valutatore di istruttori. Ho l’onore di far parte del Training Council della GUE, organo che si riunisce due volte all’anno, in sessioni della durata di una settimana dedicate al miglioramento dei materiali didattici, alla revisione degli standard, evoluzione delle pratiche, ecc. Alcune tappe della mia “carriera”: Dai primi anni ’90, per alcuni anni ho svolto l’attività di guida subacquea in Croazia, fino a fondare il 14° Est Technical Diving Centre a Pola (Croazia), che ho gestito e diretto fino al 1997. Nel 1997 insieme a Luca Laneve ho fondato l’Editrice North Eastern Diver, che ha pubblicato un certo numero di testi significativi in materia di immersioni subacquee. Nel 1998 ho fondato la Libreria del Mare, che ho diretto e gestito fino al 2001 e dove ho potuto in parte soddisfare la mia sete di libri e carte nautiche. Li avevo tutti! Co-fondatore dell’associazione DIR Italia, nel 2001 della quale sono stato il vice -Presidente Oggi sono co-proprietario, insieme ad Andrea Marassich del negozio UnderWater Frontiers, specializzato in attrezzature per l’esplorazione subacquea, e che mi permette di essere sempre circondato dai miei giocattoli preferiti.